Contatti

Caritas diocesana
Piazza Strambi 4
62100 Macerata
telefono 0733232795
fax 0733268307
mail: caritas@diocesimacerata.it
facebook e skype: Caritas Macerata
orario di apertura ufficio: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30 

 

Associazione "centro di ascolto e di prima accoglienza O.N.L.U.S."
via Rampa Zara 13/15
62100 Macerata
telefono e fax
0733270963
mail: centroascoltoonlus@gmail.com 
orario di apertura centro di ascolto: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17

 

Emporio della Solidarietà 
via Silone 12/C (Zona San Francesco) 
62100 Macerata 
telefono 07331833463 
orario di apertura: lunedì dalle 16 alle 18:30; venerdì dalle 9:30 alle 12:00 

Ultimi Documenti

R.I.D. Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Presentazione Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" - In sintesi (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
Brochure Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro" (Fondo diocesano "la solidarietà a lavoro")
 

Quando la Caritas diocesana di Macerata ci ha contattati chiedendoci di scrivere un articolo sulla nostra realtà da inserire nella rubrica “Cinque pani e due pesci” in riferimento alla parola DONO, abbiamo pensato di raccontare la storia di come la nostra associazione ha avuto inizio.

IMG 0790

Bisogna mettere le lancette indietro fino al 1977 quando in Italia chiusero le scuole speciali e ai ragazzi portatori di handicap fu data la possibilità di frequentare la scuola e stare in aula insieme a tutti gli altri alunni, questo segnò un primo significativo passo per combattere l’emarginazione. Un piccolo gruppo di insegnanti e genitori, supportati dalla disponibilità di alcuni giovani Scout, sul finire degli anni 80 cominciò a pensare che la scuola, dove necessariamente era privilegiato l’aspetto cognitivo, non dovesse rimanere l’unico ambito in cui portare avanti il processo di integrazione.  Occorreva l’utopia di immaginare che i ragazzi con disabilità e i giovani normodotati imparassero a conoscersi meglio e a fare amicizia attraverso il gioco e attività che risultassero attraenti per tutti. Si decise di puntare sulla totale gratuità dei volontari e sull’innata creatività dei giovani da accompagnare, sollecitare e valorizzare fintanto che essi stessi prendessero l’iniziativa di proporre progetti da realizzare non nell’ottica di “beneficare” qualcuno meno fortunato, ma per stare bene e gioiosamente insieme, al di là di tante barriere. Negli anni e con grande fatica è cominciata a passare quella intuizione originaria: che i giovani dell’Associazione sono tutti ugualmente utenti, indipendentemente da una condizione di disabilità. I Nuovi Amici nascevano come realtà tutta da inventare e da costruire insieme, giorno per giorno, a partire da una esperienza nuova, diretta, sulla base di un ascolto sensibile e partecipe di situazioni svantaggiate che una cultura di rifiuto e di pregiudizio nei confronti dell’handicap rendeva più dolorose perché vissute in solitudine e nell’emarginazione, non solo dalla persona con difficoltà, ma anche dall’intero nucleo familiare. “Cieli e terra nuova” il versetto icona del Sinodo Diocesano di quegli anni, offrì l’orizzonte e contribuì a dare all’Associazione il nome “I NUOVI AMICI”.

L’associazione si costituì ufficialmente a Macerata il 4 ottobre1990 e dal 1996 fu riconosciuta come Onlus con l’iscrizione nel Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato.  Negli anni è cresciuta grazie alla buona volontà di molti maceratesi e al contributo delle istituzioni locali e religiose, in particolare della Parrocchia di Santa Croce, che ospita l’associazione nei suoi locali.

 Nel 2010 le braccia del volontariato si allargano e grazie all’iniziativa e alla sensibilità dei ragazzi della Pastorale Giovanile di Recanati l’Associazione esce dalle mura della città natale e apre, a circa vent’anni di distanza dalla sua fondazione, la prima sede distaccata nei locali “Beato Placido” di Recanati.

Di questi ultimi mesi infine è la costituzione di un nuovo gruppetto di giovanissimi che con la partecipazione attiva dei ragazzi cresimandi di Urbisaglia, accompagnati dai loro catechisti, si riunisce nel cortile dell’Oratorio Salesiano di Macerata tutti i giovedì pomeriggio per coltivare un nuovo germoglio di AMICIZIA.

L’Associazione vive e si rinnova grazie al DONO che ogni giorno i volontari di ogni età fanno del proprio tempo, della propria creatività, del proprio affetto e amicizia. Non serve molto, basta mettere a disposizione degli altri un pezzettino di noi stessi ed essere disponibili ad uscire dai ritmi dei nostri impegni quotidiani. Nella logica della prossimità il dono diventa accoglienza dell’altro, delle sue fatiche, dei suoi limiti, un’attitudine di sensibilità e di attenzione che, attraverso l’impegno quotidiano, la preghiera e l’affidamento, costituisce la vera natura del cristiano: donarsi, darsi per gli altri secondo l’esempio di Gesù in croce.

E anche se questo impegno e questa disponibilità d’animo sono ampiamente ricompensati dall’amore e dall’affetto sincero che i ragazzi nutrono per i volontari, molto spesso sperimentiamo che è proprio vero che “c’è più gioia nel dare che nel ricevere” (Atti 20, 35) e in questa spirale del dono vive e si rinnova ogni giorno la nostra realtà.

DSC 9469IMG 20151217 171754752IMG 1019IMG 0952IMG 0767IMG-20160303-WA0001IMG-20160303-WA0004IMG-20160303-WA0005

Cerca

RICHIESTA AUTOMEZZI

Progetti SCUOLE

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Progetto SIMPOSIO

word cloud

pdflettera presentazione Vescovo

 

 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 

Progetto CHIUDIAMO LA FORBICE

cropped-banner

pdflettera presentazione Vescovo 

 

SCUOLA PRIMARIA

Progetto CHIUDIAMO LA FORBICE

cropped-banner

pdflettera presentazione Vescovo

 

 

 

 

 

 

Diocesi di Macerata - Tolentino - Recanati - Cingoli - Treia 

C.F. 93009650438 | Piazza San Vincenzo Strambi 3, 62100 - Macerata (MC) | tel. 0733.291114 fax 0733.263386